La depressione rientra nei disturbi dell’umore

In generale chi presenta sintomi depressivi mostra e prova frequenti e intensi stati di insoddisfazione e tristezza e tende a non provare piacere nelle comuni attività quotidiane. Le persone che soffrono di depressione vivono in condizioni di costante malumore ed hanno pensieri negativi e pessimisti circa sé stessi e il proprio futuro.

Molte volte, la depressione scaturisce dall’incapacità di accettare una perdita o dal non raggiungimento di un proprio obiettivo che viene vissuto come un fallimento insuperabile. Può accadere, ad esempio, nelle forme depressive che nascono da lutti personali, dalla perdita del lavoro o dalla fine di un’importante relazione affettiva.

La depressione si manifesta con diversi livelli di gravità, da momenti di bassa intensità, legati ad alcuni momenti di vita, oppure da livelli molto alti tanto da non riuscire a svolgere le normali attività quotidiane. C’è chi ne soffre in modo acuto oppure in modo cronico e continuo, anche se in forma leggera, con alcuni improvvisi momenti di peggioramento.

La depressione è aumentata costantemente negli ultimi anni tanto da diventare la seconda causa di disabilità relativa a malattie fisiche e psicologiche dopo l’infarto. Sono numerose le persone che durante la loro vita vivono emozioni e sensazioni negative riconducibili a fasi depressive.

sintomi della depressione sono molteplici, tutto sembra più difficile e pesante da affrontare, anche solo fare la doccia o alzarsi dal letto al mattino. Si avverte una perdita di energie e un senso di fatica che porta a difficoltà nella concentrazione e nella memoria, si è nervosi e si ha agitazione motoria, disturbi del sonno e dell’alimentazione, dolori fisici e mancanza di desiderio sessuale. Si provano emozioni quali insoddisfazione, angoscia, disperazione, senso di vuoto, tristezza, impotenza, perdita di speranza. Si ha difficoltà a prendere decisioni e risolvere problemi, si rimugina sempre sulle stesse cose, in particolare sul proprio malessere e quali possono essere le ragioni, ci si auto svaluta e autocritica e si hanno pensieri pessimisti.

Chi soffre di depressione evita persone e si isola, ha comportamenti passivi, si lamenta frequentemente, si ha una riduzione dell’attività sessuale fino ad arrivare a pensieri e tentativi suicidi.

La depressione può colpire chiunque e le cause sono molteplici e diverse a seconda delle persone. Le conseguenze possono avere ripercussioni gravi sulla vita quotidiana. Portando al ritiro sociale, questo disturbo può danneggiare le relazioni con i propri familiari, amici e colleghi, oltre a condizionare anche il rapporto con se stessi in quanto si ha difficoltà a curarsi di sé, a mangiare e dormire regolarmente.

In assoluto, il rischio di sviluppare un disturbo depressivo è legato al modo in cui la persona interpreta gli avvenimenti nella propria vita e a quali risorse mette in moto per affrontarli. Il tutto dipende molto dall’insieme di convinzioni e credenze sbagliate e limitanti e da pensieri rigidi e non funzionali che vanno ad agire in modo negativo sulla percezione di se, delle proprie forze e capacità e dalle realtà dei fatti. Alla base, la persona ha una scarsa capacità di adattamento agli eventi.

Nei casi in cui lo stato depressivo non si riduce in un breve arco di tempo, che può variare dai sei ai dodici mesi, è raccomandabile rivolgersi ad uno psicoterapeuta per iniziare insieme un percorso terapeutico. 

C.S.P. Centro Servizi Psicologici
Via Pollenzo 4 – Torino

Altre sedi: Chieri e Borgone Susa (Val Susa)

Cell. 393.1515393
Email
centroservizipsicologici@gmail.com